1976 – 1980

[frame src=”http://www.museodellascuola.it/wp-content/uploads/2015/03/7680H.jpg” width=”150″ height=”150″ align=”left” linkstyle=”pp”]Con la Legge 517 del 1977 il principio costituzionale dell’eguaglianza trova riscontro concreto anche nell’ambito scolastico, ammettendo che in una scuola realmente democratica e, per volontà del Costituente, aperta a tutti, devono trovare posto anche alunni handicappati mediante l’utilizzazione di docenti in possesso di particolari titoli di specializzazione. Questo fatto, il tempo pieno, le classi aperte allo scambio di esperienze e la collegialità dell’insegnamento rendono ogni scuola più accogliente e attenta alle necessità degli alunni e più avvertita delle dinamiche sociali della classe.

La stessa legge (art, 4) suggerisce all’insegnante o agli insegnanti di classe di compilare e tenere aggiornata una scheda personale dell’alunno contenente le notizie sul medesimo e sulla sua partecipazione alla vita della scuola nonché le osservazioni sistematiche sul suo processo di apprendimento e sui livelli di maturazione raggiunti. Dalla compilazione di questa scheda poteva essere desunta trimestralmente.[ … ] una valutazione adeguatamente informativa sul livello globale di maturazione da illustrare ai genitori dell’alunno o a chi ne fa le veci.[ … ] unitamente alle iniziative eventualmente programmate in favore dell’alunno. Gli elementi della valutazione trimestrale costituivano la base per la formulazione del giudizio finale di idoneità. [ … ] La frequenza dell’alunno e il giudizio finale sono documentati con apposito attestato.[ … ] Nell’attestato il giudizio finale consterà della sola dichiarazione di idoneità per il passaggio dell’alunno alla classe successiva o al successivo grado della scuola dell’istruzione obbligatoria.

Con la nuova scheda personale viene abolito il libretto scolastico del 1962 e il nome storico pagella esce ufficialmente dal lessico della scuola elementare pur mantenendosi nella scuola secondaria e di nuovo, trentadue anni dopo, torna la valutazione in parole e non in cifre.

di Letizia Pellegrini

7680F

CONDIVIDI
Articolo precedente1981-1985
Prossimo articolo1971 – 1975